Orgoglio e pregiudizio

Non un romanzo, un capolavoro. In assoluto una delle opere che più ho amato, e non perché il nome riportato in copertina è Jane Austen.

Se la storia può non sembrare tra le più appassionanti secondo la trama riportata sul retro, dobbiamo ricordare che non stiamo leggendo la traduzione delle parole scelte dal genio di questa donna.

Possiamo considerare questo romanzo come una vecchia, noiosa storia d’amore a lieto fine caratterizzata da parole di cui probabilmente non si conosceva neanche l’esistenza oppure, possiamo guardare al di là di tutto questo e osservare il mondo che ci viene raccontato, in cui non riusciremo mai a perderci completamente perché troppo diverso da quello in cui viviamo. Sorprendentemente è proprio Elizabeth Bennet, protagonista di questa storia, a stupirci con la sua modernità.

Vera punta di diamante di questo romanzo trovo siano i dialoghi tra la già citata protagonista e il signor Darcy: una vera delizia.

Il lungometraggio diretto da Joe Wright si mantiene fedele al testo scritto, nonostante nella figura di Elizabeth sia decisamente più accentuato il desiderio di emancipazione, causando una leggera perdita di contegno al personaggio, che a tratti risulta arrogante.
Trovo invece interessante la scommessa sull’interpretazione di Matthew Macfadyen il quale impersona il signor Darcy, rendendo questo personaggio molto credibile e decisamente affascinante.

Orgoglio e pregiudizio, libro o film? Libro.

Annunci

Tag: , ,

3 Risposte to “Orgoglio e pregiudizio”

  1. Alessandra Says:

    Non ricordo quale dei due libri ho iniziato a leggere, se “Orgoglio e Pregiudizio” o “Ragione e Sentimento”. So solo che dopo le due prime pagine di pomposi vocaboli e ghirigori, ho rinunciato. Preferisco lo stile “minimal”.

    Ps: parlerai anche di “Novecento” di Alessandro Baricco e “La leggenda del pianista sull’oceano” di Giuseppe Tornatore?

  2. 8fiore8 Says:

    Io adoro questo film, credo che il regista sia riuscito a cogliere al massimo il cuore del libro di Jane Austen. Certo, c’è qualcosa di suo, però la storia è ben messa in piedi, soprattutto se si pensa che il pubblico che ha visto e vedrà il film è leggermente diverso rispetto ai lettori della Austen.

  3. babilegolas Says:

    Ho provato a leggere il libro, ma non mi piace il genere … ho visto il film ma non mi ha appassionato molto e purtroppo non posso dire che mi sia piaciuto.. il primo confronto che non so come commentare … peccato sarà per il prossimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: